Dicembre 9, 2022

La manovra del governo Meloni ha cancellato le multe per l’obbligo di Pos sotto i 30 euro

Dal 2023 stop alle sanzioni per chi non accetta carte di credito e bancomat come mezzo di pagamento. La novità è contenuta nella bozza della Legge di Bilancio su cui è al lavoro il governo Meloni. L’esecutivo interviene sui pagamenti tramite Pos su due fronti. Da una parte viene introdotta — un decreto del Ministero del Made in Italy dovrebbe arrivare entro giugno 2023 — l’esenzione dall’obbligo di accettare carte di credito e bancomat per scontrini al di sotto dei 30 euro. Con il ministero che stabilirà entro 180 giorni i «criteri di esclusione al fine di garantire la proporzionalità della sanzione e di assicurare l’economicità delle transazioni in rapporto ai costi delle stesse». In secondo luogo il governo sospende dal 2023 «i procedimenti ed i termini per l’adozione delle sanzioni».

Parliamo di sanzioni introdotte il 30 giugno scorso che prevedevano un importo fisso di 30 euro a cui si aggiunge il 4% della transazione negata. Dopo l’esenzione per i tabaccai arriva quindi una misura che piacerà alla categoria ribattezzata dai media «No Pos». Tra cui rientrano alcuni commercianti e tassisti balzati all’onore delle cronache per le polemiche con i consumatori dopo il rifiuto del pagamento elettronico.

La misura si inserisce in un contesto italiano che sul fronte dei pagamenti digitali stava vivendo un’accelerazione. In Italia, la crescita dei pagamenti digitali sia online sia con carte segna + 22% dopo l’aumento del 24% nel 2021. Le carte contactless registrano un balzo del 49% e gli smartphone e i bracciali addirittura del 139%. Nonostante la corsa però il nostro paese resta terz’ultimo in Europa per numero di operazioni pro-capite con strumenti elettronici di pagamento prima di Bulgaria e Romania (168 operazioni contro la media di 333 dell’area euro). Trend su cui potrebbe avere un impatto la misura disegnata dal governo insieme alla decisione di alzare il tetto del contante a 5 mila euro.

Iscriviti alla newsletter “Whatever it Takes” di Federico Fubini. Dati, fatti e opinioni forti: le sfide della settimana per l’economia e i mercati in un mondo instabile. Ogni lunedì nella tua casella di posta.

E non dimenticare le newsletter L’Economia Opinioni”

e “L’Economia Ore 18”

.

, 2022-11-24 10:59:00, Con la manovra in arrivo esenzioni rispetto all’obbligo di consentire i mini pagamenti sotto i 30 euro con carte e bancomat. Nuove regole entro giugno 2023: nel frattempo sanzioni sospese. Ma fino all’approvazione della manovra valgono le vecchie regole, Diana Cavalcoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *