Dicembre 9, 2022

L’Europa: «Italia particolarmente vulnerabile, attenti al debito»

I CONTI PUBBLICI

di Francesca Basso, inviata a Strasburgo23 nov 2022

L'Europa: «Italia particolarmente vulnerabile, attenti al debito» Valdis Dombrovskis, Commissario europeo per il commercio

L’elevato rapporto debito pubblico/Pil dell’Italia preoccupa la Commissione Ue. Il giudizio non è legato alla legge di Bilancio approvata dal governo. «Non abbiamo adottato un’opinione sul documento programmatico di Bilancio dell’Italia perché presentato dal governo uscente a politiche invariate – ha spiegato il vicepresidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis -. Ci aspettiamo di ricevere il piano completo dal nuovo governo a breve e forniremo la nostra opinione nelle prossime settimane».

Le «preoccupazioni» sull’Italia sono contenute nel Rapporto sugli squilibri macroeconomici, che la Commissione ha presentato ieri nel pacchetto del Semestre europeo 2023, che coordina le politiche economiche e di bilancio degli Stati Ue. La nostra manovra dovrebbe arrivare a Bruxelles tra oggi e domani. Il commissario Ue all’Economia, Paolo Gentiloni, ha sottolineato che «è molto difficile seguire una prima impressione, dobbiamo vedere il bilancio, i testi e valutarli. Penso sia anche un dovere di trattamento uguale nei confronti di tutti i Paesi». Nella relazione sul meccanismo di allerta, il sistema che individua i rischi di potenziali squilibri macroeconomici, nel capitolo sull’Italia si legge che «gli spread dei rendimenti delle obbligazioni sovrane si sono discostati notevolmente dalla media dell’Eurozona, che aumenta i costi di finanziamento. I rischi di sostenibilità fiscale sono elevati nel medio termine».

Per la Commissione l’Italia è «particolarmente vulnerabile» alle variazioni delle condizioni di finanziamento. L’esecutivo Ue ritiene giustificati gli esami approfonditi per 17 Stati: Cipro, Francia, Germania, Grecia, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Romania, Spagna e Svezia (oggetto di un esame nel precedente ciclo annuale di sorveglianza) e anche per Repubblica Ceca, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Lussemburgo e Slovacchia, che presentano rischi.

Iscriviti alla newsletter “Whatever it Takes” di Federico Fubini. Dati, fatti e opinioni forti: le sfide della settimana per l’economia e i mercati in un mondo instabile. Ogni lunedì nella tua casella di posta.

E non dimenticare le newsletter L’Economia Opinioni”

e “L’Economia Ore 18”

.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

, 2022-11-23 08:04:00, A giorni il testo della manovra atteso a Bruxelles. Italia sotto la lente per potenziali squilibri macroeconomici, Francesca Basso, inviata a Strasburgo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *