Dicembre 9, 2022

Amber Heard senza pace: ora fa causa anche alla compagnia di assicurazione

di Simona Marchetti

L’attrice ha portato in tribunale la New York Marine and General Insurance Co. perché si rifiuta di pagarle la polizza da un milione di dollari che aveva stipulato per proteggersi dalla condanna per diffamazione nel processo contro Johnny Depp

Amber Heard torna in tribunale. L’attrice ha infatti deciso di fare causa alla New York Marine and General Insurance Co., la sua assicurazione, perché si rifiuta di pagarle le spese del processo contro Johnny Depp e della successiva condanna per diffamazione. Stando a quanto riporta Tmz, la Heard aveva stipulato una polizza da un milione di dollari proprio per proteggersi dalle eventuali accuse di diffamazione, ma la compagnia ritiene di non doverle versare alcunché, visto il suo comportamento.

La sentenza ha infatti stabilito che l’attrice ha diffamato intenzionalmente l’ex marito e per la legge della California, questa circostanza libererebbe la New York Marine and General Insurance Co. dall’obbligo della copertura assicurativa. Una tesi che però la Heard contesta e nei documenti presentati in tribunali (e visionati dal sito di gossip) sostiene che la compagnia ha stipulato con lei un accordo incondizionato, promettendo di pagare sia le spese della difesa sia le sentenze fino a un milione di dollari, qualunque cosa fosse accaduta e che adesso, nel tentativo di pulirsi le mani, starebbe quindi violando i termini dell’accordo, voltandole le spalle. Ora l’ultima parola spetterà al giudice.

23 novembre 2022 (modifica il 23 novembre 2022 | 16:26)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

, 2022-11-23 15:28:00, L’attrice ha portato in tribunale la New York Marine and General Insurance Co. perché si rifiuta di pagarle la polizza da un milione di dollari che aveva stipulato per proteggersi dalla condanna per diffamazione nel processo contro Johnny Depp, Photo Credit: , Simona Marchetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *