Settembre 29, 2022

Salone Nautico, Bonomi avverte il futuro governo: «Con troppi timonieri la barca va a fondo»

l’appuntamento

di Andrea Rinaldi22 set 2022

Salone Nautico, Bonomi avverte il futuro governo: «Con troppi timonieri la barca va a fondo»

GENOVA – Il Salone Nautico di Genova celebra la ripresa record del settore con numeri stellari, ma il presidente di Confindustria invita a non cullarsi in facili vittorie e a guardare l’elefante della crisi energetica nella stanza. Dalla terrazza del padiglione blu, Carlo Bonomi sferza il futuro esecutivo, con cui Confindustria intende discutere di «finanza pubblica, piano ripresa, mercato lavoro, sanità, pensioni, e dei due milioni di italiani che lavorano in settori in cui non si rispetta il contratto di lavoro». Alla platea riunita il numero uno di vale dell’Astronomia ha rammentato due detti, uno dell’ex presidente di Confindustria Angelo Costa, genovese: «ci ricordava che le cose si possono cambiare, gli uomini no». Infine Bonomi ha citato un proverbio cinese: «se ci sono sette timonieri su 8 uomini di equipaggio la barca va a fondo». Un invito a non dividersi ai futuri inquilini di Palazzo Chigi di fronte all’emergenza dello scenario macroeconomico.

«Primo al mondo»

Il 62esimo Salone ha preso il via oggi, giovedì 22 settembre. Sul palco oltre al sindaco Marco Bucci e al governatore Giovanni Toti, i ministri delle infrastrutture Enrico Giovannini e del turismo Massimo Garavaglia. Il boom dell’export nautico e la massiccia presenza di visitatori ha risvegliato l’orgoglio degli organizzatori e dello stesso governatore ligure: «La Liguria è un pezzo importante della Nautica. Se esiste un modello Genova per il ponte esiste anche per questo Salone. Nel corso degli anni con capacità di collaborazione trasversale siamo arrivati a celebrare un Salone della Nautica che si candida ad essere il primo del mondo – ha rinfrancato Toti – . La rotta qui l’abbiamo presa giusta. Questo è un settore strategico per la Liguria ma anche per l’Italia. Il nostro Paese è forte quando sa aggredire i mercati e il mondo senza paure».

Il governo

Se il governatore forzista ha guardato ai successi che Genova sta incassando sul restauro della location e sui lavori del retroporto per tracciare una rotta verso il futuro, il ministro Massimo Garavaglia dal palco è tornato sulla questione che tanto agita il governo: «Il settore della nautica è importante e il turismo è andato molto bene nonostante 4 mesi di chiusure. Tutto ok? Proprio no, ora c’è la grana dell’energia, ma guardiamo il bicchiere mezzo pieno, siamo riusciti a fare un decreto importante. Ora – ha sottolineato – bisogna lavorare con attenzione e prudenza al tema delle concessioni balneari”. Più incline a seguire Bonomi, Saverio Cecchi, numero uno di Confindustria Nautica: «La produzione è cresciuta del 31% toccando i 6 miliardi d e 110 milioni con 27 mila addetti diretti. Gli addetti della produzione del 2021 sono aumentati del 10% e con la filiera raggiungono i 90 mila occupati», ha enumerato. La nautica è dunque «il settore che in percentuale è cresciuto più di tutti gli altri settori. Un altro record è l’export della cantieristica con 3 miliardi e 370 milioni». Noi – ha però detto ancora Cecchi rivolgendosi `alla politica´ – pretendiamo dal nuovo parlamento visione e strumenti che tengano il passo. Come dice Bonomi, siamo un’associazione tripla A: autonoma, agovernativa e apartitica. E aggiungo, usando un detto che calza a pennello: non ci interessa di che colore sia il prossimo gatto, vogliamo che acchiappi il topo». Chiamato, in parte, in causa, il ministro Enrico Giovannini ha a suo modo risposto agli industriali: «Solo parlando del mio ministero si contano 295 decreti attuativi in 18 mesi. È un risultato straordinario moltiplicando questi numeri per tutti gli altri ministeri, perché non si possono aspettare anni per attuare le normative. Io ho ereditato – ha ricordato – 93 decreti attuativi e ne lascio meno di 20».

Iscriviti alla newsletter “Whatever it Takes” di Federico Fubini. Dati, fatti e opinioni forti: le sfide della settimana per l’economia e i mercati in un mondo instabile. Ogni lunedì nella tua casella di posta.

E non dimenticare le newsletter L’Economia Opinioni”

e “L’Economia Ore 18”

.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

, 2022-09-22 16:50:00, Il governatore ligure, Giovanni Toti, candida la fiera e Genova a ospitare prima manifestazione mondiale. Il ministro Garavaglia: attenzione alle concessioni balneari, Andrea Rinaldi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.