Doctor Strange 2, Michael Waldron:

Si parla tanto di fanservice con i film Marvel, e si è parlato tanto di fanservice con Doctor Strange nel Multiverso della Follia. Ma è davvero così? Secondo Michael Waldron no.

Lo sceneggiatore di Doctor Strange nel Multiverso della Follia ha affrontato il discorso fanservice, che in molti hanno sollevato specialmente in riferimento ai camei illustri nel film, spiegando che le motivazioni dietro questo tipo di scelte creative sono in realtà altre.

Perché sì, c’è sempre una certa pressione quando si ha a che fare con le aspettative dei fan… Dopotutto Sarebbe semplice farsi sedurre dalla risata o il tifo facile, o cose simili. Ma non è mai stato ciò che ha interessato Sam Raimi o la Marvel” afferma Michael Waldron.

Si è sempre trattato di ciò che fosse giusto per la storia, di ciò che fosse giusto per Stephen Strange, di ciò fosse giusto per Wanda. Non si è mai trattato di fanservice, davvero” continua poi , portando l’esempio degli Illuminati in Doctor Strange 2Il ragionamento che abbiamo fatto è stato ‘Se questi personaggi, questi Illuminati sono qui, devono essere qui per una ragione, perché sono gli stessi che sono negli Illuminati nei fumetti, e chi vedremmo negli Illuminati. Questo è stato il nostro punto di riferimento“.

E voi, cosa ne pensate? Fateci sapere nei commenti.

, 2022-05-13 19:24:00, Lo sceneggiatore di Doctor Strange nel Multiverso della Follia Michael Waldron spiega perché nel film non si è cercato il fanservice.Si parla tanto di fanservice con i film Marvel, e si è parlato tanto di fanservice con Doctor Strange nel Multiverso della Follia. Ma è davvero così? Secondo Michael Waldron no.

Prosegui la lettura, Photo Credit: , Laura Silvestri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.