Estorsioni, appalti e forniture: così i clan si sono divisi gli ospedali a Napoli: “Medici a nostra disposizione”

L’inchiesta della DDA di Napoli svela il dominio della camorra negli ospedali napoletani. Appalti truccati, estorsione alle ditte che si aggiudicavano i servizi, gestione diretta dei bar e punti ristoro ma anche pizzo ai parcheggiatori abusivi. I clan avevano diviso gli affari seguendo la geografia del territorio. I proventi venivano divisi tra i più importanti clan della città. Ma non solo soldi, la camorra si garantiva anche le migliori cure: “Avevamo i primari a disposizione”.
Continua a leggere

L’inchiesta della DDA di Napoli svela il dominio della camorra negli ospedali napoletani. Appalti truccati, estorsione alle ditte che si aggiudicavano i servizi, gestione diretta dei bar e punti ristoro ma anche pizzo ai parcheggiatori abusivi. I clan avevano diviso gli affari seguendo la geografia del territorio. I proventi venivano divisi tra i più importanti clan della città. Ma non solo soldi, la camorra si garantiva anche le migliori cure: “Avevamo i primari a disposizione”.Continua a leggere

Fanpage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/ecmluynj/public_html/wp-includes/functions.php on line 5107