Dicembre 1, 2022

Ex Ilva, ArcelorMittal sospende il blocco degli impianti. Gualtieri: Non chiuderà

Giornata, quella di ieri, tesa con i lavoratori in presidio e aziende in protesta per i pagamenti arretrati

  • Le aziende dell’indotto hanno protestato contro ArcelorMittal per il mancato pagamento delle fatture (FOTO), mentre la procura di Milano indaga su eventuali illeciti tributari e su presunti reati pre-fallimentari in un fascicolo esplorativo aperto sull’addio di ArcelorMittal
  • In serata i rappresentanti dei principali sindacati italiani sono stati ricevuti al Quirinale dal presidente Mattarella
  • ArcelorMittal ha alla fine ha comunicato la sospensione del blocco dell’altoforno 2, mentre il ministro dell’economia Roberto Gualtieri ha assicurato che l’acciaieria “non chiuderà” e ha aperto allo scudo penale “se c’è l’accordo”

Gualtieri: l’Ilva non chiuderà, se c’è accordo sì allo scudo

 “Se si definisce un accordo con Mittal nel quadro di questo accordo ci sarà anche la componente dello scudo penale. Io penso che debba essere fatto ma in un quadro complesso”: lo ha detto il ministro dell’economia Roberto Gualtieri a La 7 parlando della vicenda Ilva. Gualtieri ha anche smentito l’ipotesi di un prestito ponte ventilata dai giornali, mentre ha ribadito che l’acciaieria “non chiuderà” e che “occorre una soluzione industriale perché l’Italia ha bisogno di un’acciaieria. Auspico una ripresa del negoziato”, ha aggiunto il ministro, specificando che “da Arcelor Mittal è arrivato un primo segnale positivo anche se legato alla vicenda processuale”.

Leggi di più su skytg24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *