Dicembre 9, 2022

Milan, sprofondo rosso: disavanzo di 146 milioni contro i 90 previsti

Uno dei tasti dolenti è l’aumento del monte ingaggi: 35 milioni in più

Allarme rosso, più che rossonero. Il bilancio del Milan per la stagione 2018-2019 certifica numeri scioccanti: il disavanzo a livello consolidato è di 146 milioni, contro i 90 previsti. Una cifra che supera largamente (20 milioni) anche quella raggiunta in negativo dal Milan cinese. E il vero tasto dolente è rappresentato dal costo del lavoro, che è aumentato in maniera considerevole: 35 milioni in più per il costo del personale, monte ingaggi aumentato e ricavi diminuiti.

Tempi lunghi

Inoltre problemi anche sul fronte commerciale. Poche plusvalenze, pochi soldi dal merchandising e dagli sponsor, ma questo è logico: il Milan non ha più appeal, è entrato in un corto circuito ed è come un cane che si morde la coda. Niente soldi, niente campioni e niente Champions. Sarà molto difficile convincere l’Europa di fronte a queste cifre. Il Milan rischia di impiegare tempi davvero biblici per risalire, se non ai fasti di un tempo, almeno a una posizione stabile fra i top club.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *